Ittiturismo

I giovani pescatori Mario, Gigi e Luca hanno saputo integrare l’antica attività di pesca professionale al più moderno ittiturismo. Il lavoro e la passione per il mare.

Grazie ad una Legge Regionale che consente una specie di agriturismo del mare, dopo aver tirato in secco la barca, i pescatori possono cucinare il proprio pesce fresco e venderlo direttamente. Così è nato il GE 8317, una taverna del pescatore, come quella che si trova a Boccadasse in Via Aurora, la crêuza de mä che porta dalla chiesa di Sant’Antonio a piazza Nettuno, praticamente in spiaggia.
Là dove c’era un magazzino della parrocchia, ora c’è un’osteria dove si possono gustare pochi e semplici piatti di pesce fresco, della tradizione genovese.
I prezzi sono modici grazie alle agevolazioni fiscali riservate a questo tipo di attività, conservativa delle tradizioni storiche e culturali, e stimolante per un turismo non di massa.

 

top